Campo profughi tibetani Tuting

 

 

 

 

Tuting è un desolato villaggio nell'estremo Nord Est dell'India, edificato 50 anni fa da gruppi di profughi tibetani su un terreno concesso in uso dal Governo Indiano.  

Gli abitanti attualmente sono circa 1200 e vivono in case su palafitte di legno e lamiera.

Nel campo le necessità sono innumerevoli perchè la zona è estremamente depressa e isolata: il terreno è avaro, non ci sono attività artigianali nè turismo, ma il problema più grave di tutti è quello sanitario.

Su richiesta del Ministero della Sanità del Governo Tibetano in esilio, Yeshe Norbu onlus da due anni sostiene tutte le spese per cure mediche per l'intero campo: medicinali, stipendi per l'infermiere e un aiutante, manutenzione della vecchia ambulanza, materiali sanitari.

case nel campo rifugiati tibetani Tuting

 

 

Questo è uno dei quattro campi in cui, grazie ai nostri sostenitori, abbiamo potuto pagare tutte le spese per una clinica oftalmica mobile che in pochi giorni visita tutti quelli che hanno bisogno, distribuisce gratuitamente medicine e occhiali, esegue operazioni minori e invia i pazienti all'ospedale più "vicino" per quelle di cataratta pagandone il costo.

  servizi sanitari campo rifugiati tibetani a Tuting

 

 

 

 

Le prossime emergenze riguardano l'acqua potabile
e i servizi igienici che sono in uno stato assolutamente primitivo.

In futuro bisognerà pensare anche a una nuova ambulanza.

Tutti i versamenti fatti a Yeshe Norbu onlus sono deducibili/detraibili fiscalmente

Donare la speranza è un piacere, non privartene!

Donazioni sicure al 100% con carta di credito o prepagata

 

Oppure dona, inserendo la causale TUTING, con:

  • Bonifico bancario intestato a Yeshe Norbu Appello per il Tibet o.n.l.u.s. presso:
    Credem (Credito Emiliano) agenzia di Rosignano Solvay (LI) ABI 03032 CAB 25100.9 cc. 4322
    IBAN IT 91C 03032 25100 010000004322
  • Versamento sul conto corrente postale 2029 8535 intestato a Yeshe Norbu Appello per il Tibet onlus

campo dei profughi tibetani a Tuting sostenuto da Yeshe Norbu onlus
 

Regali Solidali

 

Go to top